Gestione della sicurezza e degli spazi comuni in condominio: soluzioni per l’amministratore.

12 Feb 2021

Ecco di cosa abbiamo parlato al convegno online organizzato dalla Sezione Provinciale Milano Varese di ASS.I.A.C.

È stato un piacere e un onore avere avuto l’oggi l’opportunità di intervenire al convegno tecnico giuridico organizzato dalla Sezione Provinciale Milano Varese di ASS.I.A.C. Associazione Italiana Amministratori e Condòmini, che ringraziamo per l’invito e la fiducia. Insieme ad un nutrito pubblico di amministratori e ad altri stimati relatori, abbiamo offerto il nostro contributo con un approfondimento sulle sfide e sulle soluzioni per la gestione della sicurezza in condominio, un tema sul quale riteniamo fondamentale fare cultura.

Come garantire la sicurezza in condominio e quali sono le responsabilità dell’amministratore?

Il condominio è un ambiente complesso: ogni giorno diverse persone hanno accesso agli spazi comuni, dove spesso sono presenti anche diverse figure professionali, dal manutentore al giardiniere, dal portinaio all’addetto alle pulizie. Garantire la sicurezza e la salute di tutti è dunque estremamente importante e in molti casi la responsabilità ricade sull’amministratore di condominio che, in quanto legale rappresentante dello stabile, è tenuto ad operare per mantenere lo stato di efficienza e di sicurezza di impianti e spazi comuni, a tutela dell’utenza o del personale chiamato a svolgere attività di lavoro.

Numerosi gli adempimenti da assolvere, ma c’è anche uno strumento che aiuta l’amministratore a gestire la sicurezza.

Insieme ai nostri relatori – Andrea Lenti, Carlo Pizzo e Alessia Verri – abbiamo approfondito in particolare alcuni dei molti doveri in materia di sicurezza: dalla valutazione del rischio fulminazione agli adeguamenti per la sicurezza antincendio previsti dal DM 25 gennaio 2019, dagli obblighi previsti dal D. Lgs. 81/08 quando il condominio è luogo di lavoro alla verifica di idoneità statica richiesta dal Comune di Milano, fino alla tenuta di tutte le informazioni e i dati relativi alle condizioni di sicurezza delle parti comuni dell’edificio richiesta dalla L. 220/2012. Proprio per adempiere a questa richiesta nasce il R.A.S. Registro Anagrafe Sicurezza, che diventa per l’amministratore anche un utile strumento, che consente una più attenta pianificazione degli interventi e facilita il monitoraggio della situazione. Se ben strutturato, infatti, il R.A.S. Registro Anagrafe Sicurezza non è più un semplice fascicolo di documenti tecnici, ma il primo passo verso una gestione più efficace della sicurezza.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di Dallagiovanna Group?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Contattaci subito!

Sei interessato ai nostri servizi?
Contattaci subito per saperne di più!

GOOGLE ADS - EVENTO (INVIO MODULO LEAD PAGINA CONTATTI)